In viaggio nel suo nome – Luca Di Bianca

Si chiamava Lucas Candido Valdivia, era mio nonno, il padre di mio padre. Sono 20 anni che se ne è andato ed oggi sembra che non fosse mai esistito, nessuno più ne parla; i suoi vestiti sono negli scatoloni in cantina, la fisarmonica che aveva imparato a suonare nel periodo di prigionia nei Balcani dimenticata in soffitta.

Racconto in concorso alla II edizione di Parole in Viaggio

LettoriVirali

Da Lettori Virali non si guarisce, si cresce.

I tuoi pensieri sono sempre graditi