storify – pensare veloce / pensare lento

Abbiamo festeggiato la Giornata mondiale della lentezza rigorosamente in ritardo nel locale KOMOREBI di Villanova. Intorno al tema Pensiero Veloce / Pensiero Lento, guidati da Antonio Zazzetta, abbiamo dibattuto, discusso e dissertato su test capaci di rilevare le trappole e le scorciatoie della mente.

I rompicapi sui quali ci siamo cimentati, coinvolgendo l’intero locale, hanno trovato le più disparate e disperate soluzioni, tutto nell’ottica del gioco per conoscere i limiti dei pensieri veloci che spesso ci spingono a prendere decisioni sbagliate e stimolare i pensieri lenti che ci rendono più accorti e ci aiutano a ragionare meglio, nella vita quotidiana e nelle scelte economiche e finanziarie.

Dal sito www.consob.it, consigliato da Antonio, abbiamo imparato che, in tema di Istinto e scorciatoie di pensiero, “gli individui tendono ad utilizzare regole intuitive per risolvere problemi di scelta molto complessi. Le cosiddette euristiche sono “scorciatoie” mentali che semplificano un problema agevolando la decisione. In questo modo, stimare la probabilità che un evento accada può sembrare molto facile! In realtà, le scorciatoie conducono spesso a commettere errori! Anche quando le probabilità sono note, numerose trappole possono indurre errori di percezione. SUGGERIMENTI: Non fermarti ad una valutazione dei rischi rapida e istintiva, soffermati sul significato dei dati disponibili e concediti del tempo per riflettere sulle opzioni di scelta a tua disposizione! Non ragionare per stereotipi: ogni investimento va valutato per le sue caratteristiche in termini di rischio e rendimento”.
Non senza indicare il sapere della Volpe e quello del Riccio!

Non sono mancati i suggerimenti delle letture. In una piccola Bibliopsicoeconomia non possono mancare sotto il guanciale del lettore viralmente avveduto i libri di Matteo Motterlini, La psicoeconomia di Charlie Brown, Rizzoli, e Economia emotiva, Rizzoli, nonché il libro di Daniel Kahneman, Pensieri lenti e veloci, Mondadori.

Allora come non parlare di noi con Gli Italiani, Vizi e Virtù di un popolo di Luigi Barzini, ed. BUR (La Biblioteca Universale Rizzoli è una collana editoriale della Rizzoli), lettoci da Paride, perché a oltre quarant’anni dalla sua pubblicazione, nel leggere questa riflessione sulla nostra storia e sul nostro costume, abbiamo potuto discutere se ci siamo evoluti, se l’Italia è davvero un paese di furbetti dal pensiero veloce o se abbiamo ancora spazio e speranza di crescere. Nell’ottica del pensiero veloce come non discutere se la precisione dei termini linguistici aiuta davvero alla rapidità della comprensione oppure alle volte siano solo esercizio di potere? Aiutati dal libro Con parole precise di Gianrico Carofiglio, ed. Laterza.

Una serata anche spensierata e goliardica, come non manca mai nei nostri incontri, che abbiamo riassunto come di consueto in tweets raccolti nella storify! Buona visione!
…e ricorda, da Lettori Virali non si guarisce, si cresce!

Gianluca Giura

Innamorato di Marilyn Monroe, Bob Marley, Fabrizio De André, della Roma e di Francesco Totti. Avvocato con un Master in Giurista d’Impresa, presta il suo tempo come funzionario pubblico. Incapace di risolvere qualsiasi problema si è dato alla compilazione di liste della spesa “copia e incolla” e canzoni di 4° ordine di cui qualche volta ama vantarsi.

I tuoi pensieri sono sempre graditi