Storify – Libri Aperti Nel Parco

Una piccola passeggiata nel verde, sulla riva dell’Aniene, dove grazie all’azione di imprenditori attenti al benessere ed alla natura, uno spazio è stato restituito alla bellezza salvandolo dal degrado di discarica, questo il luogo per “Libri aperti nel Parco” di Lettori Virali, ospitati da BioDomus, un nuovo spazio tutto da vivere sulla Tiburtina, a Pontelucano, nel centro +Vista.

image-24-06-16-05_45-9Dopo un breve benvenuto e presentazione del progetto che vede BioDomus e +Vista impegnati a diffondere un nuovo concetto di distribuzione, più filantropica e naturista, abbiamo aperto i nostri plaid sul prato. Iniziare le letture da Viaggi naturali. Luoghi, racconti, meraviglia di Andrea Ferraretto è stato facile perché il libro è una geografia fantasiosa e ispirata, fatta di paesaggi, parchi e città, a volte come osservati attraverso il finestrino di un treno ed è l’occasione per riconoscere i tratti unici che rendono il nostro paese un luogo straordinariamente affascinante, cogliendo la luce sul mare delle Cinque Terre e dei parchi delle ville romane. Presentato da Monica, Il libro è una raccolta di articoli capaci di farci apprezzare la particolarità dei luoghi e rimanere sedotti dalle relazioni ideali tra una palude costiera, un bosco e una città. Il rapporto tra uomo e natura è anche rapporto tra i sessi, uomo e donna. Eccoci quindi per quel filo conduttore nascosto, presente sempre nei nostri incontri, a parlare di Prometto di sbagliare di Chagas Freitas Pedro, letto da Monja. L’amore arriva quando smettiamo di essere perfetti. La storia di un amore che rinasce da un nuovo incontro, per caso in un locale affollato e rumoroso di lunedì mattina, che è già un inizio. Sono passati anni dall’ultima volta che si sono visti, il giorno in cui lui l’ha lasciata senza una spiegazione. Da allora, lei si è rifatta una vita, e anche lui che questa volta, in mezzo ai passanti, le promette di tentare, sbagliare di nuovo. Amarla. Davvero e per sempre. Questo è l’inizio della loro nuova storia scandita da lettere che si scrivono con l’emozione di avere ritrovato quello che si è perso e amarlo di nuovo, come se fosse la prima volta.

Ci spostiamo allora nel patio per cominciare ad assaggiare il buonissimo aperitivo preparatoci da BioDomus, ed incontrare il prossimo libro. Questa volta però abbiamo la fortuna e l’onore di incontrare anche il suo autore Paolo Serafini che ci presenta il suo ultimo libro Sovrappeso 133 grammi.  Il libro affronta l’atavico tema della disparità tra uomo e donna. Vi abbiamo detto di quel filo conduttore nascosto, presente sempre nei nostri incontri? come non affrontare quindi l’eterno conflitto dei sessi? Paolo Serafini lo fa attraverso lo spazio, il tempo e le diverse culture che popolano il mondo, dissacrando la presunta superiorità del sesso forte e senza tralasciare la giusta dose di ironia che deve muovere il mondo, certo, ma anche farci apprezzare quell’enorme container che è la borsa di una donna. Il libro è un invito al cambiamento, al rispetto del prossimo, una lucida e appassionata dedica all’universo femminile, un tributo colmo di sincera empatia, un’approfondita analisi sociologica condotta con ribellione ai luoghi comuni e alle atrocità che riempiono, quotidianamente, le pagine della cronaca nera.

Il tema della serata riscalda gli animi ed i cuori, chi è innamorato di un bicchiere feddissimo di falanghina, chi del buonissimo cous cous vegetariano, chi delle torte rustiche con verdure, anche lo spritz ha il suo momento di gloria! In tutto questo abbiamo ancora spazio e momenti di attenzione per altre letture.

Martina ci legge La Ladra di Mario Tobino. In questo libro l’autore ci racconta dei sentimenti nel rapporto tra culture diverse, Assunta contadina e domestica che diventa fiduciaria della Signora. Assunta si era sposata con Giobetto, in un matrimonio onesto, combinato e senza slanci né dialogo. I due contadini vengono assunti come giardiniere e donna di servizio presso la villa di una ricca signora. Inizia per Assunta una nuova esperienza come cameriera personale della signora, che ogni giorno le parla, si occupa di lei, le compera gli occhiali affinché possa leggere almeno i rotocalchi, la tratta finalmente come un essere umano. Un giorno la signora, che ha la massima fiducia in Assunta, le rivela di essersi ricordata di lei nel suo testamento. Diffidente e sospettosa, Assunta si confida con la sorella, che la indirizza a un sedicente mago di Poggibonsi, un ladro che le commissiona il furto di tre anelli della sua padrona. L’ignoranza e la superstizione rovineranno tutto e, per la signora, ispirata nella sua azione da idee socialiste imparate in famiglia, sarà una cocente delusione. Assunta invece sembrerà ritrovare una serenità nel suo ritorno a una vita semi-animalesca, in quel rapporto confidenziale si è sentita non solo una ladra in senso materiale, ma ladra di sentimenti, come se avesse rubato qualcosa che non può interiorizzare, che mai farà parte di lei.

Ritorniamo alle origini di ogni rapporto con Il Diario di Adamo ed Eva di Mark Twain letto da Margherita.   Così ci troviamo a condensare i tratti salienti dell’uomo e della donna in poche pagine e con frasi e concetti semplici, con sarcasmo, fraintendimenti e situazioni comiche, che vivacizzano la storia, affrontando tematiche importanti con leggerezza. L’autore parte dall’idea di descrivere le caratteristiche di maschio e femmina prendendo ad esempio proprio Adamo ed Eva. Anche perché ognuno di noi, almeno per un attimo, un momento, si è sentito simile ai due protagonisti almeno una volta nella vita. La prima conoscenza con l’altro sesso, la convivenza, l’arrivo di un figlio, sono cose che viviamo in prima persona. “In un’epoca in cui l’amore eterno sembra passato di moda sia come mito romantico che come sogno degli adolescenti, Mark Twain ce ne rinnova la speranza. Il segreto è quello della tolleranza, che nell’accettazione delle reciproche fastidiose diversità consente di raggiungere il traguardo faticoso di una vita in comune. L’amore eterno qui sulla terra non è un tenero idillio, ma una laboriosa conquista” questa la descrizione del libro.

Inutile dirvi che il fresco ristoro della serata di giugno, ha reso il convivio pieno di frizzanti idee e noi Lettori Virali, coccolati dai manicaretti preparati, ci siamo dati appuntamento per il prossimo settembre ma senza abbandonarvi in questi mesi estivi #StayTuned !

Ed ora godetevi le foto nello Storify della serata!

Gianluca Giura

Innamorato di Marilyn Monroe, Bob Marley, Fabrizio De André, della Roma e di Francesco Totti. Avvocato con un Master in Giurista d’Impresa, presta il suo tempo come funzionario pubblico. Incapace di risolvere qualsiasi problema si è dato alla compilazione di liste della spesa “copia e incolla” e canzoni di 4° ordine di cui qualche volta ama vantarsi.

I tuoi pensieri sono sempre graditi