Spettacoli, Mostre e Incontri, GuidoniAMOarte 2015

Vicenzo Costantino Cinaski, con Mell Morcone e Stefano Corradi, in Chi ride ultimo ride solo, spettacolo curato da Lettori Virali per GuidoniAMOarte 2015

Vicenzo Costantino Cinaski, con Mell Morcone e Stefano Corradi, in Chi ride ultimo ride solo, spettacolo curato da Lettori Virali per GuidoniAMOarte 2015

Si è conclusa domenica sera 12 aprile u.s. la lunga maratona di eventi racchiusi nel magico contenitore de “GuidoniAMOarte- Festival delle Arti 2015” della Città di Guidonia Montecelio.

Per 5 giorni il Teatro Imperiale e Piazza Matteotti sono stati officina e fulcro di attività artistiche e culturali offerte gratuitamente alla cittadinanza grazie al contributo riconosciuto dal Comune di Guidonia Montecelio alla Società Cooperativa integrata a.r.l. ONLUS Città della Gioia, responsabile della programmazione, gestione e realizzazione dell’evento.

Da mercoledì mattina a domenica sera oltre 25 eventi hanno animato tutti gli spazi convenzionali e non della struttura teatrale (foyer, sala prove trasformata in sala convegni e sala mostre, spazio antistante ingresso teatro) offrendo a quanti sono giunti a visitare il Festival un luogo di incontro, condivisione, conoscenza ed aggregazione culturale aperto e fruibile per una media di quasi 12 ore al giorno.

Circa 150/200 spettatori hanno quotidianamente assistito a mostre di pittura, scultura e fotografia, seminari sulla Teatro-Terapia e architettura della città di Guidonia, incontri con artisti e letture guidate delle opere, opere teatrali specifiche per adulti e bambini, concerti di musica rock, jazz, classica ed un concerto bandistico offerto la mattina insieme ad un aperitivo domenicale in piazza Matteotti.

Il pubblico ha pensato e sorriso con lo storytelling di Accentrica di e con Andrea Galasso, Valerio Iori e Gloria Anastasi e le Narrazioni periferiche di Paolo Pesce Nanna, Giuseppe Spinillo e Sergio Rossomalpelo Gaggiotti. Ha vissuto le contestazioni e le rivolte sociali degli anni 70 osservando le foto del Maestro Tano D’Amico, si è esaltato guardando quelle del fotografo Luigi Orrù, ha vissuto il cinema dei fratelli Taviani attraverso la fotografia di Umberto Montiroli ed ha respirato la passione artistica riversata nelle proprie opere dai pittori Lauricella, Mariani, Botticelli, Schiavetti e Braünert, presenti nella mostra collettiva permanente. Fra gli spot non in programma, è stato apprezzatissimo l’intervento di Gianluigi Miani, con la poesia “Altri passi” (poesia + visual arts), Sabato 11 Aprile, dalle ore 16 alle 21, filmato di 4′.49″, proiezione in loop del progetto.

Giovani e meno giovani hanno ascoltato la poesia declamata dal suo stesso autore, Vincenzo Costantino Cinaski, su note di Mell Morcone e Stefano Corradi,si sono interrogati sulle verità nascoste di fatti di cronaca che hanno segnato il cammino e la storia del nostro Paese grazie al lavoro di Ulderico Pesce ne “moro: i 55 giorni che cambiarono l’Italia” ed hanno battuto le mani al ritmo di tamburi e percussioni, in parte risultanti dal riciclo, suonati con frenesia ed euforia dal gruppo Letizia Drums, nobile oltre che notevole progetto nato dal laboratorio musicale della comunità terapeutica riabilitativa psichiatrica di Villa Letizia di Roma.

Coreografa di Tamara Bonuglia, esecuzione della Scuola d'Arte di Roma sul palco del GuidoniAMOarte è andato in scena un piccolo assaggio del Musical Alice in Wonderland

Coreografia di Tamara Bonuglia, esecuzione della Scuola d’Arte di Roma sul palco del GuidoniAMOarte è andato in scena un piccolo assaggio del Musical Alice in Wonderland

Picchi di maggiore afflusso di pubblico sono stati registrati negli spettacoli serali delle ore 21,00. In particolare la platea del Teatro Imperiale è stata letteralmente invasa nella serata di Venerdì 10 aprile dedicata alla danza ed al musical presentato dalla giornalista di Rete Oro Alessandra Pesaturo. Il “Gala Passione Danza”, curato da Maria Stopper, ha visto la presenza sul palco di noti artisti del panorama nazionale ed internazionale, quali Tuccio Rigano, Sabrina Marciano, Giancarlo Teodori, Antonio Barone, Robert Cumpatescu, Alessia Zaccaria, Annamaria Perilli, Salvatore Mercadante, insieme a scuole di danza ed altri artisti provenienti da Roma e Guidonia, tra cui Valentina Loisi, Mirko Boemi, Ivan Primavera, Cinzia Miglio, Luca Blondelli ed altri. Nel corso della serata sono stati consegnati anche i premi alla carriera ai maestri e coreografi Tuccio Rigano e Roberto Salaorni.

Ugualmente tutti esauriti i posti nella serata conclusiva del 12 aprile per assistere alla esibizione dei 42 elementi dell’Orchestra Filarmonica di Tivoli diretta dal Maestro Francesco Romanzi che ha salutato sulle note di Brahms, Vivaldi e Mozart, la kermesse Guidoniana dando appuntamento alla prossima edizione, da tutti auspicata.

L'Orchestra Filarmonica di Tivoli ha concluso il GuidoniAMOarte

L’Orchestra Filarmonica di Tivoli ha concluso il GuidoniAMOarte

Doverosi i ringraziamenti fatti dal Presidente della Cooperativa Città della Gioia Sabrina Mirabilia a chi ha creduto in questo progetto, proposto dal mese di luglio del 2014 e che ha preso corpo lungo tutto l’inverno scorso, quindi, alle associazioni locali che hanno collaborato attivamente con i responsabili dell’organizzazione per riuscire a coordinare tutte le arti rese protagoniste del Festival, e cioè: Associazione Concentus centro artistico culturale, La Compagnia Teatro dell’Applauso, Associazione Collettivo Fotografico Guidonia, Associazione ZeroUndici di Fiano Romano, Associazione Battiti e Associazione Lettori Virali.

 

LettoriVirali

Da Lettori Virali non si guarisce, si cresce.

I tuoi pensieri sono sempre graditi