Libri sotto l’albero – Storify

libriregaloCon le feste di Natale compito di noi Lettori Virali è fare trovare tanti Libri sotto l’albero. Proprio questo infatti il nome dell’AperiLibro per scambiarsi gli auguri e gli ultimi consigli di letture per il Natale. Nel Bistrot Al Casaletto di Settecamini, abbiamo improvvisato una tombola dei libri: per estrazione di numeri fortunati e domande trabocchetto, sono stati assegnati i libri portati in Regalo da noi lettori, con la sorpresa di trovare in palio i libri provenienti dalla libreria di Niccolò Ammaniti.

Nel corso della serata, Paolo Cordaro ci ha presentato il suo ultimo libro, Il senso del Cammino, opera in 554 terzine in cui, come scrive Marcia Theophilo “sono evidenti la polifonia di voci di altri linguaggi che l’attraversano. Tra il suono e il senso si odono voci conversare nei dialoghi fra i personaggi. La sua è una poesia che si offre. Sono sentieri del proprio tempo, è un invito al lettore perché possano essere lette ed ascoltate”. Sergio Marolla ci ha letto il suo Geloso io? Il componimento è stato scritto per una periodica dedicata alla gelosia, pieno di comicità e situazioni paradossali al limite del grottesco. Margherita D’Alessandro ci ha voluto consigliare dei libri per bambini, con l’avvertenza che un libro non può avere una sola età, così gli adulti non dovrebbero mai sentirsi esclusi dal leggere storie dedicate ai più piccoli. Ci ha ricordato Wonder il libro di R.J. Palacio, per bambini dai 13 anni, diario meraviglioso di un bambino, August, dalla faccia strana. Nel libro troviamo il bullismo, ma anche il privilegio di sedere in mensa con Summer, una ragazzina con la quale si può ridere e compilare le liste degli antipatici, e organizzare la controffensiva per neutralizzare il cattivo Julian. Ferma così, il libro di Nina LaCour, per bambini dai 12 anni, con la protagonista Caitlin che sfugge i compagni di liceo; quando però ritrova il diario di Ingrid, la sua migliore amica e per la cui morte si sente responsabile, le cose cominciano a cambiare e inizia un percorso di comprensione degli avvenimenti che la porterà a ritrovare serenità, nuovi amici e l’amore. È un libro di Lane Smith, per bambini dai 3 anni, è una conversazione botta-e-risposta tra uno scimmiotto immerso in un libro e il suo antagonista, un asino tecnologico. Poco più di una riga di testo per pagina ritma il confronto diretto tra i pregi delle pagine di carta e quelli del computer.

Arrivato quindi il momento della tombola, ognuno di noi, munito di un solo numero, ha aspettato l’estrazione dei numeri vincenti e si è sottoposto alla domanda “letteraria” per l’assegnazione di un libro a sorpresa. Domande a volte semplici e comiche, a volte argute con trabocchetto, e nel gioco, ci hanno ricordato che Petrarca amava Laura, che Madame Bovary (1856) è stato pubblicato per la prima volta in Italia nel 1881, che Nefertiti era la moglie di Akhenaton e Nefertari di Ramses II (….insomma due persone diverse…) ed anche che la Divina Commedia è composta da tre cantiche: Inferno, Purgatorio e Paradiso. Insomma, ancora una piacevole scusa per parlare di libri.

Persi nei giochi ci siamo dati appuntamento con Elisabetta Sciabordi perché ci parli nel prossimo AperiLibro di Esther di Steve Jenkins, Derek Walter, Caprice Crane, la storia di una maialina che doveva essere nana. E soprattutto, appuntamento il 21 Gennaio 2017, per la presentazione di Ritornerò, opera prima della giovane Martina Salvatori, nella splendida cornice del Catello Orsini di Catel Madama. #StayTuned

Gianluca Giura

Innamorato di Marilyn Monroe, Bob Marley, Fabrizio De André, della Roma e di Francesco Totti. Avvocato con un Master in Giurista d’Impresa, presta il suo tempo come funzionario pubblico. Incapace di risolvere qualsiasi problema si è dato alla compilazione di liste della spesa “copia e incolla” e canzoni di 4° ordine di cui qualche volta ama vantarsi.

I tuoi pensieri sono sempre graditi